L’Esperienza di benessere del Percorso Berbero di Elisa P.

L’Esperienza di benessere del Percorso Berbero di Elisa P.

Per il mio compleanno ho ricevuto un regalo… è stato il regalo più gradito: il Percorso Berbero dell’Hammam Bleu.
Già il nome mi fece sognare portandomi con l’immaginazione nelle atmosfere principesche e da fiaba del deserto; solo oggi ho deciso di utilizzarlo e ho scoperto che per staccare dai ritmi frenetici e dallo stress quotidiano non è necessario raggiungere il Marocco o l’Oriente, basta entrare nell’ Hammam Bleu: un bagno arabo tradizionale e Centro Benessere nel centro di Bologna.
E’ stato come ritrovarsi in una bolla sospesa che ti allontana dolcemente dal tempo e dallo spazio, immergendosi in una sensazione di straordinario benessere.

Una ragazza sorridente e discreta mi accoglie e mi guida nello spogliatoio mentre una musica rilassante e un profumo di agrumi e spezie mi avvolgono creando un’atmosfera del tutto speciale.

Vengo accompagnata nella grande sala: la luce è soffusa, le candele accese, la musica e le essenze profumate coinvolgono tutti i miei sensi.
Mentre inizio a rilassarmi, un’operatrice con un delicato massaggio al cuoio capelluto mi fa un impacco ai capelli con Olio d’Argan e, assecondando la mia curiosità, me ne racconta le straordinarie proprietà che verranno amplificate dal calore e dal vapore del Calidarium.
Mi accomodo nel Tepidarium mi lascio cullare dal tepore delle panche riscaldate, la mia mente si libera e il mio sguardo si posa sugli eleganti arabeschi blu che corrono lungo le pareti bianche, formando figure sinuose che nella mia mente si trasformano in danzatrici orientali.
Sorridendo delle mie visioni entro nella stanza calda del vapore: è semibuia e ha un soffitto tempestato di stelline cangianti che colorano l’ambiente e i vapori in modo suggestivo.
Mi sdraio, il vapore mi avvolge, mi pervade una sensazione di benessere,  ascolto il mio corpo che inizia a gocciolare… sì, via tutte le tossine, mi sto purificando …
Fuori trovo refrigerio nelle Docce Emozionali e nel Frigidarium, la vasca idrorelax dove potrei attivare l’idromassaggio, ma l’acqua ferma col suo tepore mi incanta e quasi mi ipnotizza.
E’ il momento del Gommage: mi sdraio sul tavolo riscaldato e sento il getto dell’acqua tiepida scrosciare su tutto il corpo dalle spalle alle caviglie… e questo è uno dei momenti più piacevoli e magici del percorso.
E’ un vero e proprio lavaggio purificante, effettuato con la Kessa, un guanto crespato che viene passato su tutto il corpo per eliminarne le cellule morte … è incredibile vedere di che cosa ti liberi … mi libero di una patina che lascia la mia pelle morbida e vellutata.
Dopo il Gommage, con un pennello mi cospargono viso e corpo con la Maschera al Rhassoul, mi rilasso nel tempo di posa per poi godermi il risciacquo e il lavaggio dei capelli… con massaggio al cuoio capelluto… non ho parole per descriverne la piacevolezza.
Alla fine ci si sente puliti in profondità, avvolta negli asciugamani raggiungo le chaise-longue per gustare uno squisito the alla menta marocchino; questa è una pausa prima dell’ultima fase: l‘ora del massaggio berbero che, neanche a dirlo, è talmente piacevole e rilassante da farmi quasi addormentare, o comunque sicuramente sognare …
Mi sa che le danzatrici che ho immaginato erano principesse del deserto e … in fondo mi son sentita una di loro… ho partecipato al rituale del bagno e ho avuto accesso ai più antichi e preziosi segreti di bellezza della tradizione berbera. Ho trascorso quattro ore indimenticabili che consiglio a tutti voi oltre che alle mie amiche.
Quando ho rimesso piede nel mondo esterno canticchiavo e mi sentivo segretamente più bella…

Share this